Ghirlande in gesso ceramico come portatovaglioli natalizi

Pubblicato il da Giuliana Provenzale

Ghirlande in gesso ceramico come portatovaglioli natalizi

Come fare le ghirlande natalizie con gesso ceramico.

Che cosa serve:
– polvere di gesso
– stampini
– un contenitore dedicato a questo scopo. Potete usare un bicchiere di plastica o ciotolina o un vaso grande da yogurt vuoto
– una paletta di legno
– acqua

- colori acrilici o tempera

- vernice finale come protettivo

Se hai solo uno stampo, impasta la quantità necessaria. Ad esempio per uno stampo per cioccolatini da 10 pezzi: metti 4 cucchiai colmi di polvere di gesso nel bicchiere, ma molto dipende dalla dimensione dello stampo che hai.

Versa l’acqua nel gesso (utilizzando una bottiglietta), mescola con la paletta di legno. Quanta acqua mettere? Non c’è una risposta precisa. Dipende molto dal tipo e marca di gesso e dall’umidità. Vedi sulla confezione le indicazioni, ma alla fine devi andare ad occhio, aggiungendo acqua fino ad ottenere la consistenza dello yogurt da bere.

Mescola bene con la paletta di legno senza sbattere, per non inglobare aria, altrimenti i gessetti verranno fuori con delle bollicine.

Una volta ottenuta la giusta consistenza, devi essere veloce a versare il gesso negli stampi prima che inizi ad addensarsi.
Gli stampini vanno riempiti bene ma lascia almeno 2mm al di sotto del bordo in modo da ottenere forme belle precise ed evitare che il gesso trasbordi.

Dai allo stampo delle scosse piccole ma decise in modo che il gesso si assesti e la superficie si uniformi. 

Lascia riposare. Già dopo un paio d’ore puoi sformare i gessi: se hanno un colore che tende al grigio, non sono ancora del tutto asciutti, per cui sarà sufficiente lasciarli riposare un’altra oretta o due. 

Se i gessetti dovessero avere dei bordi irregolari, puoi rifinirli usando della carta vetrata molto fine.

Alla fine li puoi colorare con acrilici o tempera, una volta asciutti, proteggili con una vernice finale. 

Grazie per la visita 

giulianArt Provenzale

 

 

Con tag natale, tecniche

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post